4^ RIUNIONE PROVINCIALE IN PISTA A CHIURO: PATRICK OLCELLI E 100 METRI SHOW

cambio 4x100
cambio 4x100

Mentre le tanto sospirate temperature estive hanno dirottato molti verso il lago o le montagne, un buon numero di atleti ha partecipato domenica 16 giugno alla 4^ riunione provinciale in pista ottimamente organizzata dal GS Chiuro. Non sono mancati spunti interessanti dalla pista azzurra di Chiuro, soprattutto grazie agli atleti dell’Atletica Rovellasca. In gara le sole categorie assolute e master con un programma che spaziava dai 100 ai 400 ai 1500 metri, con lungo, peso, alto e giavellotto a livello di concorsi e la staffetta 4x100 come gran finale.

Partiamo dai 100 metri dove a livello femminile Alyssa Muscolino (Atl. Rovellasca) è scesa sotto il muro dei 13 secondi, fermando il cronometro dopo 12”72 (nuovo personal best). A livello maschile il compagno di squadra Alessandro Dell’Acqua non è da meno e stoppa il tempo su un probante 10”92 (11”16 il suo precedente primato risalente al 2017 e un 10”98 ventoso lo stesso anno). In evidenza anche Matteo Togno e Michele Del Pistoia, entrambi del GS Chiuro, il primo con 11”34 (nuovo PB) e l’altro con 11”44 (alla sua prima gara in pista); fra di loro si infila un ottimo Giorgio Gianatti (ADM Melavì Ponte) con 11”40 (nuovo personal best che vuole dire tanto). Con l’impianto di Chiuro già surriscaldato da queste belle gare dei 100 metri, si è passati al giro di pista: Gianatti doppia e vince in 52”32 davanti ad Elia Cattaneo (Atl. Rovellasca\54”36). Sulla stessa distanza, nella gara in rosa, Benedetta Gandolfi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) fa il vuoto e mette a referto un 1’02”20 che vale il nuovo primato personale (migliorato di poco più di 1 secondo). Gara dei 1500 metri e anche qui è un’atleta di fuori provincia a primeggiare: Ilaria Menatti (US Derviese) si porta a casa un crono di 5’06”26 che sicuramente non la soddisfa visto che meno di un mese fa a Zogno aveva ottenuto un buon 4’55”64; alle sue spalle solo Greta Contessa (GP Santi) riesce a ben figurare con il tempo di 5’08”72. 1500 maschile al cardiopalma con Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia\4’11”48), reduce dai campionati italiani, che riesce a vincere d’un soffio su Daniele Molatore (GP Santi\4’11”96), mentre il podio è completato da Giovanni Steffanoni (Pol. Albosaggia 4’19”18). Nel salto in lungo, solo atlete del GS Chiuro in gara tra le donne: la migliore è Gessica Beretta con un balzo da 4,41 metri. A livello maschile il compagno di squadra Michele Bruseghini resta lontano dai livelli migliori e si deve accontentare della misura di 5,42 metri. Nel salto in alto brava Benedetta Gandolfi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) che valica l’asticella a 1,50 metri, mentre Andrea Parolo (CO Piateda) battaglia con il compagno di squadra Stefano Scamozzi a 1,70 metri. Entrambi passano la misura segnando il primato personale, ma la gara è vinta da Parolo per meno errori. Nel peso maschile occhi puntati sul talentuoso bormino Patrick Olcelli, che veste la canottiera dell’Atletica Lecco, già d’argento lo scorso febbraio ai campionati italiani, a maggio ha superato i 18 metri portando il suo primato personale a 18,16 metri (con peso da 5 kg) e sulla pedana di Chiuro ha scagliato l’attrezzo a 17,56 metri (sua terza misura di sempre). Buon rientro per Marco Simonini (ADM Melavì Ponte) che con il peso da 7,260 metri ottiene la misura di 13,19 metri. Buone misure anche nel giavellotto grazie a Sofia Testini (CO Piateda\23,40 metri) e Simone Buzzella (US Derviese\52,14 metri). Gran finale con le staffette 4x100 metri dove i padroni di casa del GS Chiuro non fanno sconti: a livello femminile vittoria per Martina Turci, Carolina Masoli, Alessai Valetti e Gessica Beretta, a livello maschile i più veloci sono Mattia Bruseghini, Matteo Togno, Michele Del Pistoia e Michele Bruseghini con il crono di 47”48.